Berlioz e la chitarra

Roland Dyens dialoguait avec les membres du forum en Novembre 2010.
Règles du forum
Image

Roland Dyens dialoguait avec les membres du forum en Novembre 2010. Les discussions auxquelles Roland a participé sont maintenant verrouillées, parce que Roland n'est pas là pour y participer.
empedocle70

Berlioz e la chitarra

Message par empedocle70 » sam. 13 novembre 2010, 19:19

vorrei rivolgere questa domanda:

Berlioz disse che comporre per chitarra classica era difficile perché per farlo bisognava essere innanzitutto chitarristi, questa frase è stata spesso usata come una giustificazione per l’esiguità del repertorio di chitarra classica rispetto ad altri strumenti come il pianoforte e il violino. Allo stesso tempo è stata sempre più “messa in crisi” dal crescente interesse che la chitarra (vuoi classica, acustica, elettrica, midi) riscuote nella musica contemporanea. Come compositore e chitarrista lei ritiene che ci sia ancora qualcosa di veritiero nella frase di Berlioz?

:bye:

(Berlioz said that composing for classical guitar was hard to do because you first had to be a guitarist, and this phrase was often used as a justification for the limited repertoire of classical guitar compared to other instruments like piano and violin. At the same time it has become more and more at risk from the growing interest that the guitar (either classical, acoustic, electric, midi) attracts in contemporary music. As a composer and guitarist, do you still believe that there is something true in what Berlioz said?)

Roland Dyens

Re: Berlioz e la chitarra

Message par Roland Dyens » lun. 22 novembre 2010, 17:53

Buona sera,
empedocle70 a écrit :vorrei rivolgere questa domanda:

Berlioz disse che comporre per chitarra classica era difficile perché per farlo bisognava essere innanzitutto chitarristi, questa frase è stata spesso usata come una giustificazione per l’esiguità del repertorio di chitarra classica rispetto ad altri strumenti come il pianoforte e il violino. Allo stesso tempo è stata sempre più “messa in crisi” dal crescente interesse che la chitarra (vuoi classica, acustica, elettrica, midi) riscuote nella musica contemporanea. Come compositore e chitarrista lei ritiene che ci sia ancora qualcosa di veritiero nella frase di Berlioz?
Come non essere in assoluto accordo con quel pensiero del "chitarrista" Hector Berlioz ? Appunto ! Lo trovo personalmente proprio perfetto perché, con tutto il peso e la credibilità leagti al fatto che era un compositore riconosciuto ed indicutibile, viene un po' al mio soccorso devo dire. Sopratutto quando lego (come è successo in questo Forum) cose dicendo tutto il contrario del tipo "un opera per chitarra, per essere bella, non deve essere composto da un chitarrista" . Ma che assurdo :x
Certo che È possibile di comporre - e comporre benissimo - per il nostr'instrumento senza essere un chitarrista per forza, neanche uno bravo chitarrista. Non abbiamo bei esempi nella storia della chitarra (un certo Mario Castelnuovo-Tedesco mi viene spontaneamente in mente, quasi per caso :) ..). Pero... pero..quello chi conosce la Storia, la geografia cio'è tutti i secreti più profondi e labirintici di nostra chitarra sà maglio di nessuno dove suonerà il nostr'instrumento al suo top (non dico questo in confronto a qualsiasi qualità proprio del branno, in termine di costruzione per esempio. Parlo solo di farla suonare e basta ).

Ciao e grazie per la partecipazione.


Roland Dyens


:bye:

(Berlioz said that composing for classical guitar was hard to do because you first had to be a guitarist, and this phrase was often used as a justification for the limited repertoire of classical guitar compared to other instruments like piano and violin. At the same time it has become more and more at risk from the growing interest that the guitar (either classical, acoustic, electric, midi) attracts in contemporary music. As a composer and guitarist, do you still believe that there is something true in what Berlioz said?)

English translation:

How could one not be in absolute agreement with the thinking of the "guitarist" Hector Berlioz? Exactly! I personally find it just perfect because with all the weight and credibility attached to the fact that he was a recognized composer and unmistakably so, it rather supports me, I have to say. Especially when (as has happened in this forum) I read things that say the opposite, like "a work for guitar, to be beautiful, should not be composed by a guitarist." But how absurd :x
Of course it IS possible to write - and write well - for our instrument without necessarily being a guitarist, or a good guitarist. Do we not have good examples in the history of the guitar (a certain Mario Castelnuovo-Tedesco springs to mind, almost by chance :) ..). But ... but... the one who knows the history, the geography and all the deepest and most labyrinthine secrets of our guitar knows more than anyone how to get the best sound out of our instrument.

Revenir à « Roland Dyens sur Delcamp.fr »